martedì 12 dicembre 2017

 

 

STATISTICHE

ESTRAZIONI

PREVISIONI

CHI CI AZZECCA

BOLLETTINI

LOTTO LIMKS

SOGNI E SMORFIA

 

Approfondimenti su : 

SISTEMI

PROGRESSIONI

RITARDI

METODI


RITARDI LOTTO

   introduzione

i Ritardi nel Lotto

   approfondimenti

Recupero Scompenso
Massimi Ritardi Teorici


per le molte attinenze
con i massimi ritardi
consulta anche la

SEZIONE
PROGRESSIONI

 

Introduzione ai ritardi

Il parametro ritardo è quello che da sempre ha la maggior fortuna fra gli appassionati visto che è convinzione popolare che un estratto o una combinazione che tarda da un grosso numero di estrazioni sia destinata prima o poi a sortire e che soprattutto abbia maggiori probabilità di sortita rispetto alle altre. 

Questa convinzione per alcuni solamente intuitiva è da altri fatta risalire alle leggi statistiche come quelle dei grandi numeri o simili. altri ancora si sono spinti ancora più in la stabilendo limiti teorici per le varie combinazioni che non dovrebbero mai essere superati e che puntualmente nel corso degli anni sono stati abbattuti e sostituiti da altri con una nuova formula. 
In altri casi invece si parla di recupero dello scompenso dopo uno o più forti ritardi.
In queste pagine Analizzeremo tutte queste ed altre tematiche per dare un quadro completo del fenomeno del ritardo.

  1. Esiste per ogni combinazione C un numero N di estrazioni al di là del quale risulti sempre più economicamente svantaggioso continuare la giocata?
  2. E' conveniente continuare a giocare dopo un primo successo per il recupero dello scompenso?


1. Per quante estrazioni continuare la giocata?

Il discorso è abbastanza complesso perché è evidente che per rispondere a questa domanda in maniera soddisfacente non è possibile prescindere dal tipo di tecnica che ha ricavato la previsione che ci accingiamo a giocare. La domanda "per quanto tempo è meglio giocare?" cioè non può che avere una risposta legata alle caratteristiche della tecnica impiegata per ricavare il pronostico. Se ragioniamo a prescindere dalla tecnica e consideriamo pertanto i 90 numeri del lotto equiprobabili la legge è una sola: "meno tempo si gioca meglio è". Il vantaggio del banco è infatti notevole per tutte le combinazioni di gioco per cui maggiori sono le estrazioni di gioco, maggiore è il capitale investito, maggiori sono anche le probabilità di perdere o, una volta vinto, di erodere la vincita con successive puntate sfortunate. Puntando cioè numeri a caso in generale si perde tanto di più quanto più si gioca, questo dovrebbe essere evidente eppure ci sono diversi appassionati che per abitudine giocano sempre le stesse combinazioni e che fanno pertanto esattamente questo tipo di gioco a priori perdente. A nulla vale a questo proposito ricorrere a montanti (o progressioni che dir si voglia) che non possono in alcun caso trasformare, per quanto complicate siano, un gioco in svantaggio matematico in un gioco vincente sul lungo periodo. Questo vale tanto per il lotto, quanto per la roulette e più in generale per tutti i giochi a quota fissa considerato anche che, evidentemente, non avrebbe alcun senso per il banco proporli se così non fosse. Le montanti sono un ottimo strumento per prolungare le giocate su un lungo periodo, per calcolare in anticipo costi, rischi e probabilità di vincita delle giocate in anticipo e non andare così incontro a brutte sorprese ma ovviamente non possono fare miracoli. Pertanto va benissimo usarle per prolungare la giocata oltre gli 11 turni per l'ambata secca o i 25 turni per l'ambo a tutte quando si ritiene di avere un buon pronostico ma bisogna ricordarsi sempre che la vincita non è mai certa al 100%. Anche utilizzando una tecnica valida che ci indichi degli estratti o delle combinazioni che hanno maggiori possibilità di sortire rispetto agli altri è comunque spesso una buona idea non prolungare eccessivamente il tempo di gioco e puntare alla vincita a colpo o quasi. In questa direzione spingono sia fattori psicologici (che non sono da sottovalutare) sia fattori matematici.  Il giocatore che punta per lungo tempo su un numero o una combinazione che tarda a sortire tende infatti naturalmente ad aumentare la posta in gioco. Questo può essere in qualche caso frutto di un calcolo previsto come nel caso delle montanti ma spesso deriva semplicemente dalla frustrazione di non riuscire a vincere e dalla voglia di rifarsi di quanto speso in precedenza sullo stesso numero che lo porta a porre in gioco poste che non avrebbe mai pensato di poter scommettere. Inoltre spesso il fatto che un numero non esca per lungo tempo spinge a pensare, purtroppo a torto, che abbia maggiori possibilità di sortita nelle successive estrazioni e di conseguenza aumenta la fiducia del giocatore che perde in prudenza. Per un fattore puramente psicologico questo effetto è notevolmente inferiore nei giocatori che cambiano spesso o addirittura sempre pronostico e pertanto per non "cadere in tentazione" forse è effettivamente meglio non accanirsi su alcun pronostico in particolare per un periodo troppo lungo.  Il fattore matematico che spinge per una rapida chiusura del gioco dipende invece essenzialmente dal fatto che le leggi della statistica vogliono che le probabilità si moltiplichino e non si sommino. Per spiegarci meglio ricorriamo all'esempio dell'ambata secca su ruota. Tutti sapete che dal punto di vista matematico l'estratto ha 1 probabilità su 18 di sortire a colpo. La probabilità di ottenere almeno una vincita in due estrazioni non è pero doppia è cioè di 2/18=1/9 ma lievemente inferiore. La probabilità pertanto non si somma. Se così non fosse dopo 18 turni di gioco avremmo una probabilità di 1/18+1/18...+1/18=18/18=1, cioè una probabilità del 100% di avere almeno una vincita, cosa che tutti sapete essere falsa constatato che numeri che superano le 18 estrazioni di ritardo a ruota non costituiscono certo un fatto raro. Di conseguenza in generale se decidiamo di raddoppiare il periodo di gioco dovremo raddoppiare (o più) il capitale investito ma non potremo contare su una probabilità doppia di vincere, la probabilità di vincere almeno una volta aumenterà ma sempre più lievemente quanto più aumenta il tempo di gioco. Questo effetto è compensato dal punto di vista probabilistico dal fatto che raddoppiando il periodo di gioco aumentano anche le probabilità di ottenere due o più vincite, ma considerato che spesso il giocatore si ferma alla prima vincita ottenuta dal punto di vista pratico esso è privo di ogni influenza. Infine bisogna considerare la maggior parte dei metodi e delle tecniche punta, a torto o a ragione, su una maggiore probabilità di sortita delle combinazioni sul breve periodo. Penso a questo proposito in particolare ai metodi cabalistici o ciclometrici che puntano sulle simmetrie e gli equilibri instabili. Va inoltre tenuto presente che per la legge dei grandi numeri difficilmente una metodologia anche valida potrà mai far vincere su un elevato numero di estrazioni, in particolare come dicevamo, maggiore è il numero di turni di gioco previsti, minore è la probabilità di ottenere un utile. In conclusione a parte casi veramente particolari che vanno studiati singolarmente in generale è conveniente per svariati motivi puntare sul gioco a corta o media scadenza.


2. E' conveniente continuare a giocare dopo un primo successo?

Anche in questo caso per rispondere nella maniera più corretta possibile bisognerebbe prima analizzare a fondo la tecnica impiegata per ricavare il pronostico in questione. Ad ogni modo è possibile fissare delle regole valide in casi molto generali che ci permettono di rispondere alla domanda che ci siamo posti nella grande maggioranza dei casi. In particolare la regola aurea che è possibile ricavare dall’analisi statistica applicata al gioco del lotto italiano è la seguente: “Risulta in generale conveniente continuare il gioco per tutta la durata delle estrazioni previste nel caso in cui il metodo usato per ricavare le previsione sfrutta la super frequenza delle combinazioni in gioco, al contrario conviene desistere quando la tecnica di gioco puntava sulla combinazione in questione in virtù del suo ritardo”. La prima parte della regola è abbastanza intuitiva da spiegarsi. E’ evidente, infatti, che se in virtù della sua notevole frequenza era attesa una certa combinazione C, la sua sortita non fa altro che aumentare ancora la sua frequenza e confermare che evidentemente in quel contesto estrazionale effettivamente la combinazione C ha delle possibilità di sortita maggiori delle altre. Meno intuitivo è invece il discorso circa il puntare sulle combinazioni che hanno sfaldato un lungo ritardo. E’ infatti convinzione comune che in queste occasioni ci si possa imbattere nel fenomeno del “recupero dello scompenso”. In parole povere questo consisterebbe nella maggiore propensione alla sortita di numeri che hanno appena superato un periodo di scarsa frequenza o grosso ritardo per compensare il loro basso numero di sortita e quindi ritornare al più presto in equilibrio. Cosa c'è di vero in questo fenomeno? Come potete leggere nella sezione dedicata all’argomento è possibile rispondere facendo diversi tipi di ragionamenti tutti egualmente validi e tutti convergenti alla stessa identica risposta: nulla. D’altronde la sottofrequenza delle combinazioni in un determinato periodo può essere dovuta infatti solo a due fattori: un semplice (e del tutto naturale nell'ambito delle fluttuazioni statistiche) capriccio del caso, o ad una "falla" (nel mondo informatico diremmo un "bug") nel meccanismo estrazionale che in quel periodo concede ad alcune combinazioni un numero inferiore di probabilità rispetto alle altre. Nel primo caso, se cioè si tratta solo di un capriccio statistico, non si vede per quale motivo ad esso dovrebbe sostituirsi dopo qualche estrazione un comportamento del tutto opposto, che è, al contrario, del tutto improbabile come il primo. Peggio ancora nel secondo caso, vale a dire se effettivamente c'è qualcosa nel modo di effettuare le estrazioni che sfavorisce alcuni estratti o combinazioni. In tal caso infatti con tutta probabilità i numeri in sottofrequenza continueranno ad uscire in misura minore degli altri fino a che il meccanismo estrazionale o le condizioni di estrazione non verranno almeno parzialmente modificati.

 

Autore: INTELLOTTO

 

| disclaimer - copyright - autore | collabora - suggerisci - segnala | inserzioni - advertising - pubblicità | home page |